“La luce alla finestra” di Lucinda Riley

Ciao a tutti! Come state? Spero bene!

Oggi volevo recensirvi l’ultimo libro che ho letto di una delle mie autrici preferite: Lucinda Riley. Intanto vorrei aprire una breve parentesi su di lei, per chi ancora non la conoscesse. Non tutti sanno che Lucinda Riley è lo pseudonimo di Lucinda Edmonds ed è una scrittrice irlandese che vive tra Norfolk e il sud della Francia. Ed è proprio qui che incomincia la nostra storia.

dav

Émilie de la Martinière ha trent’anni e la morte della madre Valérie la fa provare sentimenti contrastanti. Il costante giudizio della donna, nota protagonista della vita mondana a Parigi, la freddezza, il lusso e la superficialità avevano messo a dura prova la vita della ragazza che si ritrova ad essere l’unica erede di un magnifico castello nel sud della Francia. Il caso vorrà farle incontrare Sebastian, un commerciante d’arte, che da subito darà quelle certezze che la ragazza andava cercando. Ben presto, però, Émilie si accorge che Sebastian non è mai stato del tutto sincero con lei. Per fortuna avrà come alleato un nuovo ed inaspettato amico ed i gentili Jacques e Jean, rispettivamente padre e figlio, che si occupano da anni della vigna al castello. E sarà proprio il tenero Jacques a tornare con la mente indietro nel tempo e a raccontare la storia di come conobbe la dolce e coraggiosa Constance, nonna di Sebastian e di come le loro vite di fossero incrociate durante la seconda guerra mondiale e la Resistenza.

Premettendo che io ho un debole per i romanzi di Lucinda Riley e che mi piace molto il suo stile di narrazione, non posso che confermare questo mio pensiero. “La luce alla finestra” mi è piaciuto molto sia per la trama che per l’alternarsi dei fatti fra presente e passato. Lo schema narrativo che usa Lucinda Riley è molto intrigante e coinvolge da subito il lettore in un abile intreccio creato ad arte. Da un lato Émilie, la protagonista del presente, lotterà contro le sue insicurezze causate dal modo di fare disinteressato della madre e dall’altro Constance si dimostrerà forte ad affrontare una realtà con delle conseguenze che andranno oltre ogni sua aspettativa.

Ho capito subito che Sebastian aveva qualcosa da nascondere, ma non sono riuscita a capire cosa finché non è stato rivelato sul finale. Questo è ciò che amo nello stile di Lucinda Riley; spinge il lettore ad una conclusione “ovvia” per poi stravolgere le cose e “obbligare” chi legge a divorare avidamente le pagine del libro.

Beh, se vi piacciono i romanzi di narrativa con un po’ di suspence, non vi resta che leggerlo e non ve ne pentirete!

A presto!

Elena

27 risposte a "“La luce alla finestra” di Lucinda Riley"

Add yours

    1. Dipende dal genere che di solito ti piace leggere😄 questi sono sullo stile del romanzo rosa con segreti e intrighi; sono piacevoli e scorrono bene. A me piacciono anche per come sono scritti: in modo coinvolgente e mai noioso😉

      "Mi piace"

  1. Il primo di Lucinda è stato “L’Angelo di Marchmont Hall”, poi gli altri (e sono tanti, almeno 10) sono venuti da sè. Il secondo è stato il primo della Saga Le sette sorelle e da lì ho capito che lei sarebbe stata la mia “musa ispiratrice”. Ginevra è la città da dove tutto si dirama. Non a caso è la città neutrale (anche con Calvino e il concistoro era diventata una città stato repubblica teocratica. Lì infatti, sul lago di Ginevra (vicino a dove si trova l’osservatorio del Cern) le sei sorelle (l’avrei letto per scoprire il mistero della settima) vivono in un oasi che le ha accudite finchè Pà Salt per cause misteriose e incerte è morto lasciando letteralmente tutte in balia del loro destino alla ricerca della loro storia tra passato~presente~futuro.

    Piace a 1 persona

    1. Wow! Grazie per la dritta! Ho comprato i primi 3 volumi ma devo ancora incominciare😄 il mio primo libro di Lucinda Riley è stato “Il profumo della rosa di mezzanotte”. Mi ha fatto tornare la voglia di mettermi a scrivere!😄

      "Mi piace"

      1. Se volete leggere un libro bello in stile Lucinda ma di un’altra leggete la bambina che ascoltava i fiori”. Una volta letto, capirete.
        Poi ovviamente ci sono i classici che danno le basi. In ogni caso io vi seguo nelle vostre recensioni, se volete qualche consiglio di lettura chiedetemi pure.

        "Mi piace"

  2. Sto organizzando un incontro di astrofisica nella mia scuola in cui verranno a parlare veri astrofisici e mi sto sempre più appassionando. Per chi fosse interessato mi segua, anche solo per leggere le mie poesie sulla luna, sulla danza, sull’identità. Non sto più scrivendo. Per qualche tempo sarò Star “La ragazza nell’ombra”

    Piace a 1 persona

  3. Amo la Riley (se fai un giro sul mio blog lo noterai) ma devo dire che questo libro mi ha lasciata un po’ perplessa rispetto ad altri…se non hai ancora iniziato la saga delle sette sorelle fallo al più presto 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Ciao! Devo iniziare le sette sorelle; avevo deciso di leggere prima tutti gli altri. Sì, diciamo che questo romanzo non è stato proprio all’altezza degli altri, ma quello che mi è piaciuto meno è “Il segreto di Helena”. Farò subito un giro sul tuo blog😉

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea un sito web gratuito con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: