Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

“La volpe e il pesto” (prima parte) – di Elena Canepa e Laura Canepa

Un tempo, sulle alture di Genova, sorgeva un convento che ospitava una piccola comunità di frati.

La vita era tranquilla all’interno di quelle mura: c’era chi si occupava del parco potando gli alberi, tagliando l’erba e curando i fiori, chi coltivava le verdure nel piccolo orto e chi accudiva degli animali da cortile come galline e conigli.

Ai frati, però, piaceva anche mangiare bene!

Fra Enrico era l’addetto alla cucina e un giorno decise di preparare dell’ottimo pesto. Prese un cestino di vimini, scese le scale e si diresse fischiettando verso l’orto per raccogliere un bel mazzo di basilico fresco.

Annusando l’aria, di tanto in tanto, esclamava: «Mmm che profummo de baxaicò!» (Mmm che profumo di basilico!).

Ed eccolo di nuovo in cucina, con tutti gli ingredienti sul tavolo, pronto ad incominciare. Buttò nel mortaio l’aglio e il sale grosso e li schiacciò col pestello. Aggiunse i pinoli e schiacciò anche quelli. Poi fu il turno delle foglie di basilico, poche per volta, schiacciate delicatamente. Completò il tutto con del parmigiano, del pecorino e dell’olio extravergine d’oliva, preparato dai frati con le olive dei loro alberelli.

Il pesto era pronto. Fra Enrico lo coprì con un canovaccio e mise un pentolone d’acqua a bollire sulla stufa a legna. Chiamò gli altri frati affinché lo aiutassero ad imbandire la tavola. Pregustava già le trenette, impastate la sera prima, che avrebbero assaporato a pranzo con quel delizioso condimento.

Foto di Pexels da Pixabay

Nel frattempo, in giardino, una volpe affamata era alla ricerca di qualcosa di buono da mettere sotto i denti. Avrebbe rubato volentieri una bella gallina, o meglio, un succulento coniglio. I frati, però, si erano già lasciati fregare parecchie volte e adesso entrare nei pollai era diventato praticamente impossibile a causa delle robuste recinzioni.

La bestiola non sapeva proprio come fare e si aggirava nervosa e impaziente lungo le mura del convento.

Quand’ecco che…

CONTINUA…

“La volpe e il pesto” (Seconda ed ultima parte) di Elena Canepa e Laura Canepa

Immagine di Pexels da Pixabay

La volpe e il pesto: Copyright © Elena Canepa e Laura Canepa – Tutti i diritti riservati

12 risposte a "“La volpe e il pesto” (prima parte) – di Elena Canepa e Laura Canepa"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: