Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

“La casa delle anime” di Elena e Laura Canepa (Sesta Puntata)

Hai perso le puntate precedenti? Clicca qui:

“La casa delle anime” di Elena e Laura Canepa (Prima Puntata)

“La casa delle anime” di Elena e Laura Canepa (Seconda Puntata)

“La casa delle anime” di Elena e Laura Canepa (Terza Puntata)

“La casa delle anime” di Elena e Laura Canepa (Quarta Puntata)

“La casa delle anime” di Elena e Laura Canepa (Quinta Puntata)

«Può aiutarmi a trovare mia madre? Dev’essere qui intorno, ne sono sicura.»

Vivian trattenne un sospiro. Dov’era finita la pace tanto sognata da lei e da Mike in una casa di campagna? Osservò la bambina dai capelli lunghi e neri come l’ebano. Il viso pallido e stanco la addolcì. «Senti piccola, ti andrebbe una cioccolata calda? Dovrebbe essermi avanzata anche un po’ di torta di mirtilli.»

La bambina annuì infilandosi in casa.

Vivian inarcò il sopracciglio di fronte a quel comportamento, ma decise di sorvolare. Con un’alzata di spalle chiuse la porta e si diresse in cucina. Trovò la bambina di fianco al tavolo a osservare fuori dalla finestra.

«Allora, dov’è che abiti?»

«Non molto lontano da qui» rispose la bambina senza distogliere lo sguardo dal giardino.

«E come ti chiami?»

«Lily» fece lei.

«Piacere, Lily, io sono Vivian.»

«Vivian?»

«Sì, tesoro. Allora, ecco la tua torta. Tra poco sarà pronta anche la cioccolata calda.» Vivian posò il piatto sul tavolo. «Siediti Lily, cos’hai da guardare fuori dalla finestra?»

«Il cielo è pieno di corvi. Io odio i corvi. Mi fanno paura» disse la bambina, scandendo freddamente quelle parole.

Vivian ripensò alla vicenda vissuta poco prima e si osservò la mano bendata. Continuò a mescolare la cioccolata attendendo che raggiungesse la giusta consistenza. Si voltò per riempire la tazza, ma si accorse che la bambina era scomparsa. «Lily?» chiamò. «Ehi, Lily? Ma dove ti sei cacciata? La cioccolata è pronta!»

Vivian riempì la tazza e la lasciò vicino alla torta di mirtilli, decisa a ritrovare quella bambina che, con tutta probabilità, era andata a ficcanasare in giro per casa.

Percorse l’edificio in lungo e in largo e si mise a rovistare perfino negli armadi, ma della bambina nessuna traccia.

«Ma dove sarà finita? Di certo non può essersi volatilizzata. Sarà uscita dalla porta principale senza far troppo rumore; non c’è altra spiegazione» si convinse, abbandonando definitivamente le ricerche.

Il telefono squillò.

Era Mike.

«Tesoro, scusa se non mi sono fatto sentire per tutto il giorno, ma sono letteralmente carico di impegni. Speriamo sia la volta buona! Tu come stai?»

«Non so, Mike, ho una brutta sensazione. Qui accadono cose molto strane.»

«Che genere di cose, Viv?» domandò Mike anche se la linea pareva essere disturbata.

«Non so come spiegarlo, anzi, non saprei da dove incominciare. Per esempio, oggi è venuta qui una bambina che…»

«Viv? Viv? Non ti sento! Sei lì?» la interruppe Mike dall’altro capo con voce a intermittenza.

«Sì, Mike, ci sono. Anche io ti sento molto male!»

«Dev’esserci qualche interferenza, o qualche problema sulla linea. Ti va di sentirci domani? Mi manchi terribilmente.»

«Anche tu mi manchi, tesoro. Ti amo.»

Quella notte, Vivian si risvegliò con la gola maledettamente secca. Decise di scendere da letto e andare a bere un bicchiere d’acqua. Varcò la soglia della cucina e lo sguardo le cadde sul tavolo e su tre bicchieri pieni d’acqua che ne occupavano la superficie.

«Ma cosa diavolo sta succedendo qui?» disse fra sé.

Afferrò i bicchieri e li rovesciò nel lavandino, poi si voltò.

Fu una scena raccapricciante: il tavolo e tutti i mobili della cucina erano capovolti e incollati al soffitto. Vivian si lasciò cadere sulle ginocchia e si mise ad urlare, stringendosi forte la testa.

CONTINUA…

“La casa delle anime” di Elena e Laura Canepa (Settima Puntata)

La casa delle anime: Copyright © Elena e Laura Canepa – Tutti i diritti riservati

Foto di Dina Dee da Pixabay 

16 risposte a "“La casa delle anime” di Elena e Laura Canepa (Sesta Puntata)"

Add yours

  1. Quando faccio accadere cose ai miei protagonista, poi me li immagino a chiedermi i danni per essere stata troppo “crudele” e, il protagonista del mio nuovo romanzo, ne sa qualcosa… 😅 ma, la vostra Vivian, vi farà una bambolina con tanti spilli 😂😂😂
    Inizia davvero a farmi pena! 🙈

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: