“Un’altra donna” di Harriet Lane

Ciao, amici! Sono Elena e vi parlerò dell’ultimo libro letto prima dell’acquisto de “La sorella perduta” di Lucinda Riley. A proposito, purtroppo non sono ancora riuscita a dedicarmici come si deve, poiché ho un sacco di impegni e di grane da risolvere, ma appena riuscirò a divorarlo vi farò sapere.

Per quanto riguarda, “Un’altra donna”, posso dirvi che l’ho finito velocemente mentre aspettavo che la libreria riaprisse nel pomeriggio ed è stato questo il principale motivo della rapidità con cui l’ho terminato: in realtà, non è che mi abbia presa più di tanto. Mi sono un po’ “trastullata” durante la lettura e l’ho fatto durare più del solito.

Partiamo col dire che non c’è la divisione in capitoli, ma si tratta di tanti paragrafi. Non è di sicuro un problema che va a intaccare la trama, ma di certo, il fatto che non ci fossero capitoli, che io prendo spesso come “pause”, mi ha urtata parecchio.

Di cosa parla, “Un’altra donna”?

È una sera fredda e piovosa quando Frances, tornando a Londra dalla casa di campagna dei suoi genitori, scorge sul lato della strada un’auto rovesciata. Con il cuore in gola si avvicina; c’è una donna dentro ed è viva. Il tempo di scambiarsi alcune battute, di capire da pochi elementi che si tratta di una persona di alta estrazione sociale e la donna muore. Quando Frances torna alla sua vita, alla grigia routine nella redazione di una rivista letteraria, scopre che la donna che ha soccorso si chiama Alice ed è la moglie di uno tra i più famosi scrittori inglesi. E quando conosce la famiglia di lei, l’elegante, affascinante scrittore, i due figli sospettosi ma educati, la grande casa dal meraviglioso giardino, Frances non riuscirà più a starne lontano. Inizia a pensare che quella sia esattamente la vita che desidera, quello l’uomo che vuole. E, lentamente, senza lasciare traccia, si avvicina ogni giorno di più a loro, decide di scoprire tutto sul matrimonio di Alice e di Laurence e di giocarsi la sua partita.

***

La trama vi incuriosisce parecchio, vero?

Questo successe anche a me quando decisi di acquistare il romanzo. Costava poco, editore Giunti e autrice sconosciuta, il che poteva essere una bella e nuova scoperta.

Diciamo che è stato un nì. Lo stile e la narrazione li ho trovati molto avvincenti; pur essendo scritto in prima persona, l’autrice è riuscita a farmelo piacere (ho un po’ di problemi con i libri scritti in prima persona a meno che non siano delle “rivelazioni” non chiedetemi perché). Il problema è stata proprio la trama. Uno si aspetta una sorta di thriller psicologico o che questa protagonista fosse instabile mentalmente, ma si scoprisse solo sul finale con qualche rivelazione shock… e invece… ho trovato tutto abbastanza piatto e monotono. Alcune parti, secondo me, sono state allungate troppo, troppe congetture inutili, forse per farci entrare nella vita di Frances e farci conoscere al meglio il suo lavoro e il suo rapporto con la famiglia e le altre persone. Diciamo che il colpo di scena che aspettavo già da prima di raggiungere la metà del libro non è mai arrivato.

Frances si è insinuata piano piano nella vita di questa famiglia, ma non è che io ci abbia visto un chissà che di strano. Anzi, non capisco nemmeno cosa ci abbia trovato in questa famiglia e, in particolare, in questo uomo.

I punti di forza del libro sono la narrazione scorrevole e l’atmosfera sottilmente inquietante, ma come trama mi aspettavo qualcosa di diverso. Magari è colpa mia che non ho saputo cogliere quel qualcosa che altri avranno colto, ma non posso dire che mi abbia entusiasmata. Darei comunque una votazione abbastanza alta per la buonissima scrittura.

Se volete provare a leggerlo, comunque, ho visto che costa giusto un paio di euro (la versione cartacea, quindi è proprio un affare) su Amazon.

Elena

4 risposte a "“Un’altra donna” di Harriet Lane"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: