“Una nuova famiglia per Tobia” (seconda parte) di Elena e Laura Canepa

Hai perso la prima puntata? Clicca qui 👇

“Una nuova famiglia per Tobia” (prima parte) di Elena e Laura Canepa

Il cane non restò insensibile a quell’appello. «Ma certo cara, dimmi tutto» e a quel punto la madre raccontò tutta la sua triste vicenda.

«Brutta storia, brutta storia» commentò il cane triste.

«Quindi mi chiedevo se lei avesse idea di chi potesse prendersi cura di mio figlio, così io potrò andare a cercare gli altri.»

Il vecchio cane stette un po’ a pensare e poi disse: «Mi duole dirvelo, ma non mi viene in mente nessuno. Però, se vi fidate, ho un’idea.»

La cagna cercò di aggrapparsi a quella speranza facendo cenno di sì con la testa.

«Bene, il mio padrone è buono e anche molto intelligente. Sa sempre tutto, sa anche mandare via le pulci… scusate, cosa stavo dicendo? Ah si, aspettatemi qui. Farò arrivare il mio padrone e lui troverà una soluzione» e così dicendo si voltò nella direzione da cui era venuto e filò lesto lungo il sentiero.

Di lì a poco videro spuntare un giovane uomo lungo il sentiero, seguito dal vecchio cane che li guardava soddisfatto.

Quando si fu avvicinato ancora un po’ l’uomo notò mamma e figlio sul sentiero e dopo un istante si voltò verso il suo cane: «Ah, vecchio Teo, ecco cosa volevi farmi vedere! Ti sei fatto la fidanzata?»

Teo, così si chiamava il vecchio cane, lo guardò con adorazione come faceva di solito; poi trotterellò verso i due cani.

«Saluta il tuo piccolo. Vedendolo qui, solo e indifeso, il mio padrone capirà di doverlo aiutare. Ci penserà lui… va e trova i tuoi figli, buona fortuna!»

La cagna, con gli occhi lucidi, volle fidarsi di lui e sperò che l’uomo si prendesse davvero cura del suo piccolo Tobia.

dog-659856_640

«Figlio mio» disse rivolgendosi al cucciolo e cercando di nascondere le lacrime «io vado a cercare i tuoi fratellini, il signor Teo ti aiuterà. Sii forte e coraggioso. Ti voglio bene.»

Il giovane Tobia, che fino a quel momento aveva capito poco di tutta quella faccenda, realizzò in quell’istante che la madre lo stava lasciando e che probabilmente non l’avrebbe mai più rivista. Avrebbe voluto seguirla, ma sapeva anche di doverle obbedire e quindi, con immensa tristezza, si lasciò cadere pesantemente a terra e la guardò allontanarsi velocemente.

Quando fu lontana, la cagna si fermò e si voltò indietro. Soppesò per un istante l’idea di tornare dal cucciolo per prendersi cura di lui. Le si spezzava il cuore a vederlo così, indifeso seduto in mezzo a quel sentiero. Poi vide l’uomo avvicinarsi a Tobia e prenderlo tra le mani, disse qualcosa che non riuscì a sentire e fece qualche carezza al piccolino. Tobia scodinzolava: la madre diede un ultimo sguardo e corse via. Udì l’uomo fischiare, come per richiamarla. Che madre orribile doveva sembrare: abbandonare così un figlio, ma non aveva scelta.

Tobia era confuso, le coccole degli umani gli erano sempre piaciute, ma voleva che con lui ci fosse anche la sua mamma. Ormai, però, non la vedeva più: era sparita tra gli alberi. Nel frattempo l’uomo lo aveva rimesso a terra e si grattava la testa pensoso.

«Teo, cosa ne facciamo di lui?» e il vecchio cane lo guardò scodinzolando.

CONTINUA…

Immagine di skeeze da Pixabay

Una nuova famiglia per Tobia: Copyright © Elena Canepa e Laura Canepa – Tutti i diritti riservati

17 risposte a "“Una nuova famiglia per Tobia” (seconda parte) di Elena e Laura Canepa"

Add yours

  1. Spero che nel finale la mamma di Tobia torni e si riunisca al suo cucciolo e che entrambi vengano adottati dal nuovo padrone, 🤞. Anche se un po’ triste dove la mamma del cagnolino abbandona il suo cucciolo, la storia è davvero stupenda. Non vedo l’ora di leggere come finisce. Spero che ci sia il lieto fine per tutti, 🤞.

    Piace a 1 persona

Rispondi a Alessandro Gianesini Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: