“La ragazza italiana” di Lucinda Riley

Ciao a tutti! Sono Elena e ho terminato l’ennesimo romanzo di Lucinda Riley.

Ero partita senza troppo entusiasmo, visti i numerosi pareri negativi letti sui social. Devo dire che, a dispetto di questo, la storia mi ha catturata e l’ho finito in tre giorni.
Ammetto si discosti un po’ dal solito stile della scrittrice, ma non posso fare altro che continuare a sostenere che Lucinda Riley resta, per me, un modello da seguire. Le sue opere riescono sempre a rapirmi fino alla fine.

dav

ꕥ⭒ღ❀☼∘ Trama ∘☼❀ღ⭒ꕥ

NAPOLI, 1966. È una splendida giornata estiva e la casa dei Menici ferve di preparativi per la festa che si terrà quella sera. Rosanna ha solo undici anni e sogna di diventare bella e corteggiata come la sorella maggiore Carlotta, che con la sua pelle di velluto e i lunghi capelli scuri attira su di sé tutti gli sguardi. Ma Rosanna ha un altro dono, che la rende davvero speciale: una voce straordinaria in grado di incantare chiunque la ascolti. Soprattutto il giovane Roberto Rossini, brillante studente della Scala di Milano, che dopo l’esibizione di Rosanna propone a suo padre di farla studiare con uno dei più grandi maestri della lirica. Un incontro fatale, quello tra Roberto e Rosanna, che segnerà per sempre il loro destino.

MILANO, 1973. Ormai una giovane donna sensibile e appassionata, Rosanna ha finalmente realizzato il desiderio di essere ammessa alla Scala. Inizia per lei un periodo inebriante: il ritmo della metropoli, le estenuanti prove di canto, i primi gloriosi passi sul palcoscenico. E sarà proprio qui che le strade di Rosanna e Roberto si incroceranno di nuovo. Affascinata e intimorita da quell’uomo carismatico e sfuggente, sempre circondato da donne bellissimo e acclamato nei teatri di tutto il mondo, Rosanna finisce per essere travolta da un sentimento potente e inarrestabile. Ma un segreto nascosto nel passato di Roberto e le oscure trame di una donna senza scrupoli minacciano di infrangere tutti i suoi sogni…

Da Napoli a Milano, fino a Londra e a New York, un’indimenticabile storia d’amore sullo sfondo dell’ammaliante mondo dell’Opera.

ꕥ⭒ღ❀☼∘

Come dicevo, lessi tantissimi commenti negativi su questo libro, tanto da lasciarlo tra gli ultimi libri di Natale da leggere (Libri sotto l’albero). C’era chi diceva che “è troppo pieno di stereotipi sugli italiani” o chi diceva che “non sembra scritto da Lucinda Riley”.
A mio parere questo romanzo è appassionante, coinvolgente e molto profondo. I personaggi sono stati descritti in modo impeccabile, tanto da creare da parte mia un rapporto di amore/odio verso di loro, un po’ come se li conoscessi personalmente.
Lucinda Riley ha saputo rendere molto “italiani” i protagonisti, donandogli caratteristiche come la religiosità o l’amore incondizionato verso i propri familiari senza esagerare. Questi per me non sono stereotipi, sono qualità che caratterizzano il nostro popolo e la nostra cultura e immagino che agli occhi di uno straniero noi appariamo così: forti, pieni di vita, di sentimenti e di valori; col sole nel cuore proprio come il nostro bel paese.
Rosanna è il personaggio che nella mia personale classifica si è guadagnato il primo premio di amore/odio da parte mia. All’inizio ero convinta fosse una ragazza forte, convinta delle proprie scelte e indipendente, seppur fragile e buona di cuore. L’amore per Roberto Rossini l’ha completamente cambiata: è diventata dipendente da lui e accecata dall’amore morboso per quell’uomo inaffidabile e spesso egoista. Perciò, ad un certo punto, ho incominciato ad odiare Rosanna e le sue scelte, l’ho considerata una debole e un’ingenua. Poi, riflettendo, ho capito che l’amore può fare questo: rendere ciechi di fronte all’evidenza. Ciò mi ha riportato alla mente un libro letto tempo fa: “Infinito come il mare” di Lena Manta. Anche in questo libro, la protagonista “moriva” letteralmente per un uomo che la rendeva cieca. Forse però, in quel caso, la protagonista aveva perso molto, ma molto di più.

Consiglio la lettura de “La ragazza italiana” a tutti i fan di Lucinda Riley. A me è piaciuto molto e non posso che stimare sempre di più la mia scrittrice preferita.

A presto!
Elena

 

11 risposte a "“La ragazza italiana” di Lucinda Riley"

Add yours

      1. Bene….. cioè barricata come più o meno tutti….. aspettiamo con ansia che tutto passi. Per poter tornare a una pseudo normalità….. teniamo duro. Sto giro siamo tutti sulla stessa barca. Un abbraccio 😊

        Piace a 1 persona

  1. Non capisco perché la gente pretenda che gli autori scrivano libri sempre nello stesso modo: certo, se stai scrivendo una serie di libri con la stessa tematica, ovvero una saga, è giusto che ci sia una certa coerenza, ma se si tratta di libri differenti, scritti in momenti diversi, non vedo perché non ci possano essere differenze stilistiche.

    Tutto questo senza conoscere l’autrice, che ha la mia stima per la scelta del cambiamento. 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Io devo ancora capire su che basi alcune persone critichino certi libri/autori. Su facebook sono iscritta ad alcuni gruppi di appassionati di libri e lettura; alcuni scrivono cose che mi lasciano senza parole. Ok, ognuno ha i suoi gusti… ma leggere: “sembra un tema delle medie”, “troppo leggero per i miei gusti” oppure “ha me non è piaciuto, ha voi?” mi lascia perplessa😂😂 Escludendo chi scrive con pesanti errori grammaticali, c’è gente che critica le cose a prescindere 😓

      Piace a 1 persona

      1. Eh, sì. Ci sono pesone che dietro uno schermo sputano sentenze come se fossero tutti premi nobel della letteratura… e magari non sanno nemmeno usare i congiuntivi.
        Comunque più è ampia la platea, più è difficile accontentarla tutta!
        (lo dico per quando sarete famose…) 😉

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea un sito web gratuito con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: